Guit Online





Protesi al seno: a Roma i migliori dottori

Category : Salute · by Ago 26th, 2015

Mastoplastica additiva: che cos’è?

La mastoplastica additiva è, ad oggi, uno degli interventi estetici maggiormente richiesto tra le donne e in particolare tra le adolescenti. Si tratta di un’operazione chirurgica che ha come scopo principale quello di ingrandire le dimensioni del seno, ma anche di modificarne la forma e la consistenza. La mastoplastica additiva offre la possibilità a quelle donne che si sentono a disagio ad avere un seno piccolo, o che lo avvertono come un difetto che incide sulla loro femminilità. Questa tipologia di intervento va realizzato tenendo presente il fisico della donna, che intende sottoporsi a chirurgia, allo scopo di rendere il nuovo seno il più armonioso possibile con il resto del corpo.

Mastoplastica additiva: quando farla?

Un seno dalle dimensioni ridotte non è l’unica motivazione che spinge le donne a ricorrere a un intervento chirurgico. La mastoplastica additiva può essere una soluzione anche per altre problematiche o difetti delle mammelle. Ad esempio si può ricorrere a mastoplastica nel caso in cui si osservi dopo la gravidanza e l’allattamento, una perdita di volume e tonicità. La gravidanza ma anche semplicemente l’allattamento può portare alla ptosi, cioè al rilassamento dei tessuti nonché allo svuotamento delle mammelle. Si può infine ricorrere alla mastoplastica additiva, nei casi di grave asimmetria dei seni, condizione questa che può avere notevoli conseguenze psicologiche nelle donne che ne sono affette.

Perché scegliere Roma

Sebbene si tratti ormai di un intervento molto richiesto e sia diventato quasi di routine, non bisogna mai dimenticare che sottoporsi a un intervento di mastoplastica additiva significa sottoporsi a un’operazione chirurgica. La mastoplastica additiva, dunque, comporta la necessità di condurre una serie di accertamenti specifici sulla salute generale del paziente, implica alcuni fattori di rischi e soprattutto può avere lunghi decorsi post-operatori. Proprio per questa ragione bisognerebbe in primo luogo scegliere di tutelare il proprio benessere fisico, rivolgendosi a cliniche e chirurgi specializzati. Per quel che riguarda la concentrazione di specialisti nel settore della mastoplastica additiva, e soprattutto la qualità degli interventi effettuati Roma offre sicuramente un ottimo servizio. La capitale vanta infatti un’elevata presenza di chirurgi plastici di eccellenza che operano rispettando le norme igieniche fondamentali, offrono prezzi molto competitivi e si occupano innanzitutto della salute del paziente.

Come scegliere il proprio chirurgo

Quando si decide di effettuare un intervento di mastoplastica additiva ci si lascia spesso consigliare, nella scelta del chirurgo, da amiche che hanno già effettuato questo tipo di intervento. Se però siamo in alto mare e non sappiamo proprio a chi rivolgerci ci sono una serie di canoni che ogni chirurgo dovrebbe rispettare, e a cui il paziente dovrebbe fare attenzione. Il primo fattore discriminante nella scelta o meno del medico, è sicuramente l’igiene. Per evitare l’insorgenza di infezioni o altre problematiche post-operatorie l’ambiente dovrebbe essere completamente sterile, così come gli strumenti chirurgici. In secondo luogo è sempre necessario che il medico conduca un’attenta anamnesi per verificare la presenza di eventuali fattori di rischio nella riuscita dell’operazione. Lo specialista dovrebbe sempre informare in maniera dettagliata il paziente per quel che riguarda la tipologia di operazione che si effettua, i tempi di degenza, le possibili complicazioni. In terzo luogo rivolgersi a un chirurgo accreditato è spesso una garanzia per quanto riguarda la tipologia dei materiali utilizzati. Infatti e protesi devono essere realizzate con materiali atossici per non mettere a rischio la vita del paziente ed evitare rigetti; è necessario inoltre che siano garantite per un numero di anni che varia dai quindici ai trenta. Se si vuole avere certezze in questo campo, applicare delle protesi al seno a Roma è soluzione più sicura, la salute del paziente è al primo posto.

SHARE :