Vendita oro: come effettuare l’operazione nella massima consapevolezza

Nel corso del tempo, un numero crescente di italiani ha deciso di rivolgersi ad un compro oro, che sono cresciuti esponenzialmente lungo tutto lo Stivale per far fronte alla domanda in forte crescita da parte dei nostri connazionali. Basta guardare le strade delle nostre città per comprendere come gli esercizi relativi a queste attività siano davvero molteplici e come consentano al singolo cittadino di poter vendere l’oro, o i gioielli bagnati dal prezioso metallo giallo, senza grandi difficoltà. 

Una pluralità di opportunità che testimonia la grande libertà e concorrenza del settore, che in alcuni casi, però, può spiazzare l’utente: a quale esercente dobbiamo rivolgerci? A questa domanda, che non di rado fa capolino nella mente del consumatore, vedremo di dare una risposta in questo articolo, dove andremo a valutare quali sono le operazioni da adempiere prima di recarsi in un compro oro e gli aspetti da analizzare una volta che ci troviamo in loco. 

Cosa fare prima di recarsi da un compro oro

La prima operazione da compiere prima di recarsi da un professionista, è la pesatura dell’oggetto prezioso che intendiamo vendere. La maggior parte delle persone, d’altro canto, dispone di alcuni strumenti domestici che consentono di poter pesare il bene prezioso e verificare, di conseguenza, che la pesatura effettuata dall’esercente non sia totalmente difforme da quella realizzata in casa. 

Va specificato, per quanto ovvio, che gli strumenti a disposizione dei professionisti sono indubbiamente più precisi e sono oggetto di costante opere manutentive per garantire la loro massima efficienza: una differenza tra la pesatura domestica e quella dell’esercente, di conseguenza, non è un fatto poi così raro, ma la stessa non può essere troppo marcata. 

Un’altra operazione assolutamente consigliata è quella di verificare la quotazione dell’oro, che è facilmente reperibile online nei maggiori siti finanziari o in questa pagina di gioiellosicuro, esercente che opera nel territorio comasco da svariati anni ed è apprezzato dai cittadini lariani per la correttezza e trasparenza nelle operazioni di acquisto dell’oro usato. 

La quotazione online è riferita ai 24 carati, che rappresenta il massimo della purezza dell’oro, ma in Italia sono largamente diffusi beni con oro di caratura inferiore, in particolar modo quelli a 18 carati (a seguire, 14 e 8 carati): la quotazione del professionista sarà effettuata, per quanto ovvio, in base alla purezza del bene prezioso che abbiamo deciso di porre in vendita. 

A cosa prestare attenzione quando si fa valutare il bene da un professionista 

Dopo aver effettuato queste prime valutazioni autonome, volte esclusivamente ad avere un’idea approssimativa di quanto possa realmente valere il nostro bene, possiamo recarci con fiducia presso uno o più esercenti per procedere alla valutazione del gioiello. 

Abbiamo scritto non casualmente “uno o più esercenti”, perché anche nel mondo della vendita dell’oro usato, come nella maggior parte degli altri ambiti commerciali ed industriali, è consigliato comparare le offerte, al fine di cogliere quella maggiormente confacente alle nostre reali necessità

Quando ci rechiamo da un esercente possiamo valutare la sua professionalità anche da piccoli aspetti, come, ad esempio, la pesatura del bene oggetto della vendita. Il professionista, infatti, dovrà effettuare l’operazione con una bilancia professionale a vista, con display e lancette chiaramente visibili per il cliente, al fine che il medesimo possa essere a conoscenza dell’effettivo peso del bene venduto. 


Per verificare se la bilancia è a norma, è sufficiente verificare se è presente il bollino verde emesso dall’ufficio metrico della Camera di Commercio. Una volta effettuata la pesatura, l’esercente procederà alla valutazione dell’oggetto prezioso in base alle caratteristiche del medesimo, con l’obbligo, come previsto della normativa vigente, di dover rilasciare un preventivo in cui sono indicati tutti i dati essenziali del bene e, soprattutto, la quotazione dell’oro nella giornata in cui viene stilato ed il valore stimato dell’oggetto prezioso.